8 tendenze popolari, per il quale ringraziamo una femminista

pantaloni larghi adorabili, un blazer, vintage e molto di più - anni '60 e di merito femministe degli anni '70. Queste donne non solo di continuare il duro lavoro iniziato da suffragette nella lotta per i diritti sociali, economici e politici per le donne, ma anche cambiati una volta e per la moda di tutte le donne. Autore di La mistica della femminilità di Betty Friedan, per esempio, ha respinto la moda delle donne tradizionali, in quanto considerato la causa per le donne di limitata ai fini pratici. A suo parere, il problema era di abbigliamento oltre a più gravi problemi di libertà delle donne. Un altro attivista del movimento delle donne, Gloria Stein ritiene che l'abbigliamento è di grande importanza nel processo di auto-espressione.

Nonostante i diversi punti di vista, entrambi pionieri del femminismo cambiati i vestiti delle donne attraverso le loro idee politiche. Naturalmente, questo non era il loro obiettivo principale e l'obiettivo, ma nella lotta per l'uguaglianza di genere, loro e molti altri sono stati in grado di rovesciare il paradigma inviolabile del tempo, dettando alle donne come devono guardare. Ma la cosa più interessante è che un sacco di moda di quegli anni continua ad ispirare noi e per definire lo stile dei nostri vestiti di oggi. Da jeans larghi, amare una donna a Blazer, si sposa perfettamente con l'abito. Queste cose - il simbolo della lotta per l'uguaglianza e la libertà delle donne.

1. Minigonna

8 tendenze popolari, per il quale ringraziamo una femminista

Minigonna - è un punto controverso nei vestiti dell'epoca della seconda ondata del femminismo, ma dal momento che questo modello è emersa come una tendenza importante degli anni '60, hanno subito sentito liberatorio. Nel 1966, la stilista Mary Quant ha dato un enorme contributo alla loro promozione, la vendita di novità per Bazaar di emancipazione. Dopo che le mini-gonne sono stati considerati pratica e confortevole per le donne, in precedenza indossato abiti che ostacola il movimento e tutti di modestia. Molte femministe ritengono che tali gonne un passo importante sulla strada per la divulgazione della femminilità, che una volta per tutte sostituire bodisheyminga problema e aiutare a rivelare la vera sessualità. Mini-skirt - una sorta di ribellione contro l'abbigliamento che nasconde il corpo della donna dalle ragioni naturali di praticità e della decenza. Il rovescio della medaglia - il fatto che molte femministe hanno trovato gonne corte tentativo di catena sguardo maschile ad un aumento della sessualità femminile, anche se l'idea alla base della creazione di piccole, era soprattutto politico. Negli anni '70 il movimento femminista ha guadagnato ancora di più la velocità e la gonna è diventato uno strumento di oggettivazione, non è più interessato a femminista. Il dibattito tra oggettivazione e rilasciare le idee è durato per molti anni, ma il mini popolare finora, ricordandoci che anche se siamo in grado di enfatizzare la sessualità delle donne, per completare la libertà e l'uguaglianza del percorso non ha posto fino alla fine.

2. Blazer

giacca sportiva degli uomini è entrato moda femminile è completamente indolore ed è uno degli elementi fondamentali del guardaroba della donna moderna. Le femministe hanno cominciato a indossare giacca sportiva degli uomini, come una protesta contro gli stereotipi di genere che sono alla base i vestiti. Combattere per il diritto alla libertà personale e professionale, le femministe hanno abbandonato lo stile che potrebbe essere provocatori o seducente. Così, le donne indossavano pantaloni grandi giacche da uomo di dimensioni e alla pari con il sesso opposto, al fine di sottolineare che possono condividere un unico campo di attività con gli uomini.

La storia è diventata una cosa come "virile" presa molto sul serio, non solo le donne. Janet Allyurd parla in questo modo:

Le donne instillare l'idea della importanza delle donne in questo mondo, costringendoli a vestirsi per piacere al sesso opposto, perché nelle loro mani il potere e l'autorità.

simboli visivi in ​​abiti molto legati ai ruoli di genere. casalinghe in stile tradizionale le donne prive di individualità e di libertà, e un design libero e provocatorio era un segno di frivolezza. Al fine di mostrare gli uomini sono gravi in ​​caso di parità, le femministe hanno deciso di evitare indumenti che differenzia le donne, dividendoli in domestica e sessuale, e di aggiungere elementi di moda delle donne di abiti da uomo.

3. pantaloni larghi

8 tendenze popolari, per il quale ringraziamo una femminista

Poiché le femministe non volevano essere l'oggetto dei desideri degli uomini, è diventato di moda pantaloni larghi. Questa innovazione ha funzionato bene a causa del movimento hippie nucleato quando l'estetica bohemien è diventato molto popolare. Così, pantaloni larghi e culottes apparso come un sintomo di una protesta contro la standardizzazione della moda.

Pantaloni larghi e lo stile boho ha avuto più di un disegno, un insieme di diversi campioni, alcuni dei quali amiamo ancora oggi. Queste tendenze non erano un segno di fallimento della femminilità tradizionale, ma piuttosto un desiderio di esprimere l'individualità. Come scritto da Marjorie Zhols:

Questa tendenza contrasta a come le donne e le ragazze sono state costrette a vestirsi prima. Se meno un vestito superato solo possibile identità, ma oggi le donne hanno accesso a una vasta gamma di combinazioni e in grado di aprire molti tratti differenti in se stessi.

Il rivestimento larghi 4.

Se amate il pantalone giacca e larghi, perché non indossare una camicia larghi, in modo che nessuno possa invadere la vita e al torace? Storia cablata credere che il genere neutro vestiti - una sfida allo status quo.

Molte donne hanno sfidato l'idea di bellezza dettata da strette norme eurocentrici.

camicie larghi e t-shirt sono stati un acquisto importante nelle persone dalla classe operaia. Quindi le femministe sarebbero non solo respingere ideali esperti della femminilità, ma anche a rendere popolare abbigliamento, facilmente riconoscibile nella comunità come parte del perimetro di attività a cui le donne, di regola, non appartengono, ma hanno lo scopo di sfondare.

5. mocassini

8 tendenze popolari, per il quale ringraziamo una femminista

E 'chiaro che i tacchi alti sono stati completamente respinti dalle femministe. Mocassini - una nuova idea per il vostro guardaroba quotidiano. Borchie e tacchi alti sono stati considerati poco pratico e un feticcio per le donne negli occhi degli uomini. Aurora Lini ha scritto nella corrente femminista:

Femministe sono progettati per rilevare e prevenire femminilità come l'invenzione della cultura maschile dominante.

6. Jeans

Jeans, una delle cose più popolari nel guardaroba della donna moderna, sono stati adottati nel 1960, come un altro metodo di lotta per la moda di genere neutro. Indossa jeans, abbigliamento casual come se fosse volte a ridurre i valori di genere tra le donne che cercano l'uguaglianza di genere. Dopo aver iniziato a indossare i jeans, le femministe trasformato il mondo della moda, provocando una rivoluzione della moda, perché fino ad ora jeans sono considerati come l'abbigliamento femminile e maschile.

7. La mancanza di un reggiseno

Intorno il rifiuto di reggiseni durante la seconda ondata del femminismo c'è un sacco di dibattito. Alcuni dicono che le femministe bruciavano i reggiseni con cinture, ciglia finte e copie di Playboy e Cosmopolitan nel 1968. Tuttavia, Robin Morgan, organizzatore della protesta femminista del tempo, dice che questo è solo mediamif. Anche se le femministe e ha rifiutato di indossare un reggiseno, non bruciano loro con aria di sfida.

Bras come i tacchi alti, considerati come elementi di riduzione in schiavitù di donne. Le femministe hanno combattuto per il comfort delle donne a dispetto della moda femminile. Oggi, il rifiuto di reggiseni parla da sé. Nessun reggiseno è diventato popolare non solo per motivi femministi, ma anche perché molti dei top di oggi molto meglio senza vestiti. Inoltre, non importa quanto sia bella biancheria non era oggi, non v'è prova convincente che è terribilmente scomodo.

8. epoca

8 tendenze popolari, per il quale ringraziamo una femminista

Come strumento per combattere l'abbigliamento, che limita le donne, i rappresentanti della seconda ondata del femminismo ha deciso di organizzare epoca negozi di abbigliamento al fine di evitare un pesante fardello del consumismo. Tali negozi proclamati materiali ecologici e che si oppongono al marketing capitalista, di imporre l'idea di donne che i loro vestiti dovrebbero essere l'ultimo picco per attirare l'attenzione. Vintage è venuto sul campo di battaglia con la moda, le donne a prevenire di essere liberi, li schiavo in una falsa idea di seguire le tendenze del settore pratico.